FSF e il premio per la miglior tesi

Il Coordinamento dei “Fisioterapisti senza Frontiere” (FSF) nasce dall’incontro di Fisioterapisti che hanno avuto esperienze di lavoro, cooperazione e volontariato nei Paesi in Via di Sviluppo, allo scopo di promuovere la Solidarietà, la Cooperazione e la Riabilitazione.

FSF, attiva dal 1997, ha realizzato e realizza sul territorio nazionale, in collaborazione con AIFI e varie Organizzazioni Non Governative, iniziative di formazione rivolte a colleghi e a studenti interessati a lavorare nella cooperazione internazionale.

Nel 2005 ha proposto con soddisfazione la prima edizione del Premio per la miglior Tesi di Laurea inerente la Riabilitazione nei Paesi in Via di Sviluppo (PVS); quest’anno promuove la seconda edizione del Premio che è aperta a colleghi che abbiano discusso la propria Tesi di Laurea negli anni accademici compresi fra il 2004-2005 e il 2006-2007.

L’iniziativa del Premio è sorta dalla considerazione che negli ultimi anni molti studenti hanno chiesto di frequentare un periodo di tirocinio finalizzato alla stesura della tesi di laurea, presso strutture riabilitative nei Paesi in Via di Sviluppo.

 

Con questo premio FSF si propone di contribuire a sostenere la sperimentazione di approcci riabilitativi “altri”, quali la Riabilitazione su Base Comunitaria, fortemente voluta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, e altre modalità riabilitative diverse da quelle utilizzate nel contesto in cui quotidianamente operiamo.

FSF ritiene che, anche simbolicamente, sia importante dimostrare che gli sforzi in questa direzione vengono apprezzati anche in quanto veicolo della diffusione culturale di realtà e approcci riabilitativi ancora poco noti nel nostro Paese, per questo il Concorso non è rimasto un evento occasionale, ma, con questa seconda edizione, vuole diventare un appuntamento fisso a scadenza bi o triennale.

Il premio in denaro è di 1000 Euro e sarà assegnato esclusivamente al lavoro giudicato migliore dalla commissione del Concorso.

Il contributo economico è stato raccolto grazie alla preziosa disponibilità delle AIFI regionali con cui FSF è a stretto contatto in particolare per l’organizzazione di eventi formativi su gran parte del territorio nazionale

La promozione dell’evento è avvenuta grazie alla diffusione del bando di concorso tramite i canali delle Organizzazioni non Governative con cui FSF collabora, delle AIFI regionali e dei Corsi di Laurea in Fisioterapia.

La Commissione quest’anno è composta da 7 rappresentanti di diversi enti ed associazioni ed in particolare: FSF, AIFO, Riability, AIFI Veneto, AIFI Emilia Romagna e il Corso di Laurea in Fisioterapia dell’Università degli studi di Padova.

A questo gruppo di lavoro sono pervenute 10 Tesi che verranno lette e valutate secondo una griglia appositamente elaborata. La Commissione si riunirà a fine Settembre per confrontarsi e stabilire il vincitore del premio

Il premio sarà consegnato in una cerimonia dedicata al termine di un nuovo corso organizzato da FSF in collaborazione con Terapisti occupazionali oltre confine. Il corso dal titolo “L’inserimento del bambino disabile in un contesto in via di sviluppo, dalla motivazione alla creazione di ausili” si terrà a Milano dal 24 al 26 ottobre 2008.

La premiazione avrà luogo alle ore 12.00 del 26 ottobre 2008 presso: La fabbrica di Olinda (area ex Paolo Pini) via Ippocrate 45 Milano. I

Per tutte le informazioni sulle attività di FSF è disponibile il sito www.fisioterapistisenzafrontiere.org

Condividi su

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Copyright © 2013 Fisioterapisti senza Frontiere. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.